CURRICULUM COMPLETO

Christian Thoma nasce ad Aosta nel 1970, studia oboe con il M° Giorgio Girotto e composizione con il M° Paolo Manfrin presso l'Istituto Musicale della Valle d'Aosta e Jazz con il M° Furio Di Castri e il M° Giancarlo Gazzani presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino.

 

Si diploma in oboe presso il Conservatorio "A. Vivaldi" di Alessandria e ottiene il Diploma di I Livello di Jazz presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino.

 

Ha frequentato corsi di perfezionamento di oboe con il M° Bruno De Rosa e il M° Paolo Grazia, corsi di composizione, di musica per teatro e cinema con, tra gli altri, il M° Luis Bacalov e il M° Carlo Boccadoro e ha frequentato corsi di Improvvisazione con i musicisti di MusTraDem a Grenoble, i "Jazz Workshop di Villa Gomes" di Lecco con il M° Giorgio Gaslini e il M° Achille Succi, i seminari di "Siena Jazz" nel 2001 e 2002 e i "Laboratori Permanenti di Ricerca Musicale" di Siena Jazz con il pianista Stefano Battaglia nel 2004, 2005, 2008 e 2009.

 

Dopo aver svolto attività concertistica nell’ambito della musica classica come solista, in formazioni da Camera e in Orchestra, si avvicina alla "musica di confine" che maggiormente lo rappresenta e con la quale può esprimersi sia come esecutore in generi poco praticati con il suo strumento, sia come compositore.

 

Nell'estate 2003 ha fatto parte dell'Orchestra diretta da Butch Morris partecipando ad un concerto all’interno della rassegna internazionale "Roccella Jazz Festival". In questa occasione ha ricevuto un ottimo consenso della critica, ottenuto una borsa di studio ed è stato invitato a partecipare all'edizione 2004 in trio per accompagnare l'attore Antonio Catania.

 

Per la rassegna “Strade del Cinema” e “Aosta Classica” è stato invitato come oboista a partecipare a tre produzioni originali: nel 2000 in duo con Paolo Fromage per la musicazione del film muto “Nosferatu”, nel 2005 in trio per la musicazione del film “Cenere” con musiche originali del pianista belga Christian Leroy e nel 2006 in quintetto con il batterista Aldo Romano nell’“Omaggio a Roberto Rossellini”.

 

Ha composto diversa musica da Camera e "Musica di Confine", due brani per orchestra, uno per orchestra d'archi e uno per viola e orchestra d'archi,  la colonna sonora di due cortometraggi e di sei documentari, la musicazione di un film,  le musiche di scena di ventitre spettacoli teatrali, le musiche di scena dello spettacolo di teatro danza “terre(in)moto”, gli arrangiamenti della musiche di “Tradalp” e delle canzoni del cantautore Luis De Jyaryot e ha realizzato sei performance in collettive multimediali. 

In molti di questi progetti è anche esecutore all'oboe, al corno inglese, al clarinetto basso e direttore artistico e musicale.

 

Le sue musiche sono state eseguite in varie rassegne in Italia, Spagna, Francia, Svizzera, Austria, Repubblica Ceca, Finlandia, Russia, Argentina, Brasile e Cina.

 

Nell'aprile 2007 lo spettacolo “Mucche Ballerine” ha vinto a Torino il primo premio della Giuria nel concorso “Il Gioco del Teatro”. Grazie a questo premio lo spettacolo ha girato in una tournée di più di 130 date nei più importanti teatri italiani, svizzeri e francesi.

 

Come compositore ed esecutore ha realizzato nel maggio 2007 per la “Saison Culturelle” della Valle d’Aosta  il progetto dal titolo “ALT! La frontiera, luogo comune”, che ha previsto la collaborazione di Enrico Ghezzi per la realizzazione di un “blob” originale musicato dal vivo con un ensemble di 7 elementi tra cui l’organettista diatonico francese Norbert Pignol.

 

Nel 2009 ha composto la musica per l'inaugurazione della Mostra commissionata dall'Assessorato alla Cultura della Valle d'Aosta dal titolo “Imago Dei” dell'artista Sarah Ledda. La suite di 40 minuti è stata registrata su CD allegato al catalogo ed è stata trasmessa in filodiffusione durante l'esposizione.

Nel 2010 ha scritto le musiche di scena dello spettacolo di teatro danza “terre(in)moto” della compagnia “Teatro Instabile di Aosta”, spettacolo rappresentato nell'ambito della “Saison Culturelle” di Aosta con 5 danzatori, 3 musicisti dal vivo e 5 registrati. Le stesse musiche sono state registrate in un CD.

 

Nel 2012 ha scritto le musiche e le canzoni della commedia musicale in patois “Tourna avouì mè”, spettacolo  rappresentato nell'ambito della “Saison Culturelle” di Aosta con più di 20 attori, 2 cantanti, un coro e 3 musicisti.

 

E' direttore dell'”Orchestre des Alpes”, orchestra di 60 elementi provenienti dall'intero arco alpino con la quale si è esibito in Italia, Francia e Svizzera ed è arrangiatore e direttore di “Tradalp”, orchestra di 23 elementi con la quale si è esibito in diversi concerti in Italia, Finlandia e Spagna e con la quale ha presentato il primo CD nell'ambito del Festival MiTo - SettembreMusica 2012.

 

Ha effettuato registrazioni televisive e radiofoniche e ha inciso il CD “La Mineur” con Luis de Jyaryot, “Punctum Dolens” con l’artista Chicco Margaroli per la rassegna di arte contemporanea “Cabinet aux Merveilles”, “Acqua” per la rassegna “Valle d’Aosta in tutti i sensi” (rassegna artistica commissionata dall’Assessorato alla Cultura della Regione Valle d’Aosta e dall’Unione Europea), “Imago Dei” con l'artista Sarah Ledda (catalogo e CD edito da “Electa”), “terre(in)moto” con le musiche dell'omonimo spettacolo di teatro danza e “Tradalp”, CD di Folk Orchestrale.

Ha scritto due brani per il CD del "Res Nova duo" (percussioni e pianoforte) e uno per l'Orchestra Suzuki della Valle d'Aosta e ha partecipato come esecutore alla registrazione del CD “Mélodyssées” del gruppo francese "Obsession", “Simply Music” del pianista e compositore milanese Alberto Barattini, “Cameria Lirica del chitarrista bolognese Domenico Caliri e “Two Suites for Jazz Orchestra” del pianista bresciano Oscar Del Barba.

 

E' leader dell'ensemble “imago Dei” e “Christian Thoma TEMPRA” e fa parte come esecutore dell’“OPLAB”, orchestra laboratorio della provincia di Biella e dell'”OZkestra”, orchestra jazz di Torino, dello Stefano Battaglia “Theatrum quartet” di Siena, dello “Xilo Music” Silvia Bolognesi Ensemble di Siena, del “RizHomE 4tet” di Torino, del “Francesco Saiu quintet” di Brescia e della “Camera Lirica”, ensemble del chitarrista bolognese Domenico Caliri, dell’ ”ARE -Andrea Ruggeri Ensemble” e del "Duo Moulin" insieme a Rémy Boniface.

 

Ha fatto parte per 7 anni della giuria del Festival Internazionale del Cinema Muto musicato dal vivo "Strade del Cinema".

 

Insegna Formazione Musicale Generale, tiene laboratori di improvvisazione e Conduction e scrive gli arrangiamenti per l'Orchestra Laboratorio SFOM presso la Fondazione “M.I. Viglino per la cultura musicale” della Valle d'Aosta.